Campionato Sociale‎ > ‎Regolamenti‎ > ‎

Regolamento Tecnico

pubblicato 4 ago 2011, 05:52 da Federico Bacchini   [ aggiornato in data 4 ago 2011, 07:37 ]

1.      Piste

·         Le piste di plastica o di legno (o materiale di analoghe caratteristiche), per essere omologate ANSI, devono:

1.      essere impianti fissi montati in luoghi ragionevolmente agibili.

2.      avere almeno quattro corsie agibili, con uno sviluppo minimo di 25 m.

3.      avere un minimo di sicurezza per i modelli (sponde, reti o qualsivoglia mezzo di contenimento)

4.      avere una conformazione tale da consentire ai commissari di percorso il rapido intervento per il recupero del modello in ogni punto, senza causare intralcio alla visuale dei Piloti impegnati nella gara.

5.      avere un fondo ed una distanza minima tra le corsie adeguati alla scala (circa 80 mm 1/32 e 100 1/24) ed al tipo di modelli.

 

·         L’alimentazione, in CC stabilizzata, con il positivo a destra del senso di marcia, deve avere le seguenti caratteristiche:

1.      per il Settore metallo 12-14V - 10A min.per corsia (in caso di tale assorbimento la tensione può diminuire fino ad un minimo di 10V), ovvero la potenza disponibile su ogni corsia deve essere di almeno 100W, durante tutta la durata della gara.

2.      per il Settore Plastica:12V (± 0.2V) - 3A min. per corsia.

·         La tensione deve essere sempre verificabile con apposito strumento digitale.

·         Il contagiri deve essere di tipo elettrico o elettronico e deve essere presente su ogni corsia. Il cronometro (con precisione almeno al decimo di secondo) deve essere presente su almeno una corsia.

·         Le corsie devono essere contraddistinte da colori o numeri o entrambi. La pista deve essere suddivisa in settori numerati progressivamente (es: settore 0 in corrispondenza del contagiri, un settore ogni 50cm, misurati in mezzeria)


 

2.      Prese pulsanti

·         Le piste dovranno essere dotate di prese (femmina) “Magic” da 16 Amp. per ogni corsia, per il collegamento dei pulsanti. Sono tollerati, in aggiunta, altri tipi di collegamenti.

·         L’ ISRA richiede gli attacchi tipo “Banane” da 4mm (“jack” femmina sulla pista) nei colori: rosso (freno = polo negativo), bianco (massimo = polo positivo), nero (uscita = collegamento alla corsia)

 

Schema collegamento pista pulsante

3.      Pulsanti

·         I dispositivi di controllo di velocità dei modelli (“pulsanti”) sono liberi e di qualsiasi tipo, anche elettronici, ai capi di collegamento dei dispositivi in questione:

1.      Quando collegati non si deve mai riscontrare una tensione, comunque misurata, superiore a quella di alimentazione.

2.      quando non collegati, non si deve mai riscontrare alcuna tensione.

·         I pulsanti possono essere oggetto di verifica da parte della C.T. durante il corso della competizione.

4.      Modelli

·         Tutto ciò che non è consentito è considerato espressamente vietato.

·         È vietato l’uso di magneti sul modello, nei modelli omologati che lo adottano di serie deve essere rimosso. È vietato l’uso di motori con magneti in vista, cioè scoperti, su piste con porta-corrente in metallo sensibile al magnetismo.

·         La carrozzeria deve essere integra, anche negli interni se esistenti, (esclusi stemmi e specchietti e antenne), interamente verniciata, eccetto i vetri che devono restare trasparenti, deve coprire completamente il telaio, il motore, la guida e le ruote. (eccetto la F1). E’ possibile riverniciare le carrozzerie, anche previa carteggiatura o sabbiatura, purché il peso non sia inferiore a quello originale e con la stessa distribuzione (baricentro), e le forme e i dettagli siano mantenuti. 

·         E’ consentito appesantire i modelli con piombo stabilmente fissato all’interno del telaio. Il piombo non dovrà sporgere dal perimetro del telaio e non potrà avere  funzione diversa da quella di “zavorra”.

·         E’ consentito fissare i fili di alimentazione tra di loro o al telaio con nastro adesivo. Nei pianali che lo prevedono i filinon  devono essere obbligatoriamente inseriti nella apposita sede.

·         E’ consentito utilizzare dei distanziali per ridurre il gioco laterale sugli assali, purché non siano fissati al telaio, al cerchione o alla corona, e non abbiano altra funzione.

·         Il pignone può essere saldato o incollato all’albero motore. La corona può essere incollata all’assale.

·         E’ consentito, quando previsto dai regolamenti di categoria, incollare le gomme ai cerchi e tornirle, anche sui fianchi, prestando attenzione a non eliminare eventuali tratti (scritte o altro) che le rendano riconoscibili (ove necessario per regolamento). Le gomme dovranno sempre coprire interamente i cerchi.

·         Le ruote devono essere uguali su ciascun asse e montate con i mozzi rivolti all’interno.

·         La carreggiata è misurata al bordo esterno della gomma.

·         E’ consentito utilizzare inserti riproducenti all’interno dei cerchi. Se presenti devono essere quattro di tipo uguale.

 

Categorie Produzione e Settore Plastica:

·         I materiali utilizzabili per l’assemblaggio del modello devono essere espressamente omologati dalla C.T.

·         La C.T. si riserva di omologare solo quei materiali che sono in commercio in Italia e normalmente  reperibili attraverso la normale distribuzione (anche via e-commerce). I nuovi materiali potranno essere omologati solo dopo 2 settimane dalla loro diffusa commercializzazione e utilizzati in gare ufficiali dopo 15 giorni dalla pubblicazione della avvenuta omologazione. Nel caso in cui si verifichino particolari difficoltà nel reperire alcuni materiali omologati (modelli, carrozzerie, telai, motori, ecc…) sarà discrezione delle C.T. vietarne o sospenderne l’uso. Le comunicazioni relative alle nuove omologazioni, ovvero al divieto di utilizzo di materiali già omologati, avverranno attraverso la pubblicazione in un apposito spazio dedicato sul sito, nonché via e-mail ai Referenti di Club.

 

Settore metallo:

·         È consentito lasciare scoperto il bordo esterno delle “canaline” o del telaio (categoria Produzione Metallo) che risulterà eventualmente coperto dal solo nastro adesivo che fissa la carrozzeria ai fianchi.

·         I passaruota anteriori devono essere tagliati o lasciati trasparenti purché resti visibile il segno del costruttore e le ruote devono essere interamente visibili nella vista laterale.

·         Il profilo anteriore deve lasciare intatti i bordi della fanaleria e comunque deve essere presente un bordo verticale di almeno 1 mm. o quant’altro stabilito nella rispettiva categoria.

·         Al via delle qualificazioni il modello deve presentare una altezza minima dalla pista di 0.8 mm. Tale misura è intesa sotto la verticale dell’assale posteriore, corona compresa e gomme escluse. Nel caso di gare a Torneo , l’altezza minima dalla pista di 0,8 mm, sarà verificata alla partenza di ciascun segmento.

·         Il pick-up (guida) deve essere uno e di tipo in commercio; è consentito asportare materiale ma non aggiungerne

 

Settore plastica:

·         I telai e le carrozzerie non possono essere oggetto di limature o smussature. Le carrozzerie devono essere fissate con tutte le viti previste nelle sedi originali. L’attacco delle viti può essere rinforzato con rondelle tubetti o fili metallici. L’abitacolo e gli interni devono essere stabilmente fissati alla carrozzeria.

·         Le gomme anteriori (di tipo in commercio) sono libere e possono essere tornite, ma devono avere diametro uniforme in tutta la loro larghezza, con l'eccezione di un leggero arrotondamento ai bordi. Il materiale (gomma) deve mantenere le caratteristiche originali, inoltre non è possibile applicare sulla superficie della gomma, colla o quant’altro atti a cambiarne le caratteristiche tecniche.

·         Nei modelli dotati di impianto luci è possibile rimuovere fili, lampadine, guide luce metalliche ed incollare i fari alla carrozzeria.

·         Le viti di fissaggio non possono essere più lunghe di 11,5 mm.

·         Spazzole e fili di alimentazione sono liberi. I fili di alimentazione possono essere saldati ai capicorda, ma questi non possono essere saldati alle spazzole. I fili di alimentazione non possono svolgere funzioni diverse (es. supporto assale anteriore)

·         Il pick-up può essere limato nella lama per ridurre lo sfregamento sul fondo dello slot. La lama deve comunque essere alta almeno 5 mm. E’ ammessa la rimozione del sistema di centraggio automatico, dell’eventuale distanziale e/o molla interposta fra telaio e pick-up.

·         I motori non possono essere in alcun modo aperti o manomessi. Il loro regime di rotazione deve rientrare nei limiti indicati nelle specifiche tabelle. L’albero motore può essere accorciato per adattarlo al modello.

·         Il motore può essere fissato al telaio con nastro adesivo

·         Gli assali devono essere in ferro/acciaio pieno con diametro min. 2.38 mm (3/32”). Possono essere accorciati.


 

5.      Regolamenti di Categoria

 

·         Le caratteristiche specifiche dei modelli di ciascuna Categoria e l’elenco dei materiali omologati sono riportati nei rispettivi regolamenti di Categoria:

 

Settore Metallo

Settore Plastica

1/32 GT - Gran Turismo produzione

 

1/32 F1 produzione

1/32 Gruppo C Slot.it

1/32 F1 Eurosport

1/32 GT

1/32 Eurosport

1/32 Classic

1/24 TL Turismo light produzione

 

1/24 ST Super turismo produzione

 

1/24 GT Gran Turismo produzione

 

1/24 Eurosport

 

 

6.      Regolamenti per “Eventi specifici particolari”

In occasione di manifestazioni di particolare rilevanza nazionale e/o internazionale, organizzate da terzi in collaborazione o sotto il patrocinio dell'ANSI, l'ANSI può adottarne i regolamenti, purché compatibili con il proprio indirizzo tecnico e sportivo, anche al fine di assegnare titoli di Campione nazionale relativi alla particolare categoria che si corre in tale manifestazione.

Tutte le comunicazioni riguardanti l'evento in questione, assieme ai regolamenti tecnico e sportivo, verranno pubblicati sul sito ANSI in un apposito spazio.

·         Norma temporanea

In caso di norme in aperta contraddizione, hanno la priorità le previsioni dei regolamenti di categoria, nelle successive elaborazioni dei regolamenti saranno superate.

Ċ
Federico Bacchini,
4 ago 2011, 07:03