Come viene fatto un sapone artigianale

Il sapone naturale è fatto dalla reazione  di oli vegetali o  grassi animali, con la soda caustica, diluita in un liquido, che li trasforma in Glicerina. La soda caustica pur essendo un componente pericoloso  è un ingrediente indispensabile per produrre il sapone, ma durante la reazione con i grassi si neutralizza e sparisce, nessun sapone finito la contiene. L’ingrediente fondamentale del processo di saponificazione sono dunque una sostanza ACIDA  (grassi  animali o  oli vegetali) ed una BASICA ( soda caustica o altri ).
Nella scelta del tipo di grassi è in genere preferita la provenienza da fonti vegetali, anche se più costose sono da  preferirsi  per la qualità del sapone ottenuto.
Nel mondo, per fare il sapone artigianalmente, vengono  usati oli vegetali  di piante  diverse, questo è dovuto non solamente  per la proprietà di ogni singolo tipo di olio ma più spesso perchè piante originarie delle varie  zone geografiche in cui vivono le popolazioni locali che in base al clima ed alle risorse naturali hanno sviluppato usi e costumi diversi.
Oggi con la facile circolazione delle merci si possono trovare anche nelle nostre città saponi fatti con olii diversi e questi sono i più usati con indicate  le rispettive caratteristiche più marcate.
  • sapone all'olio di cocco dà una bella schiuma,
  • sapone all'olio di palma regala consistenza e durevolezza,
  • sapone all'olio di oliva è un vero toccasana per la pelle,
  • sapone al burro di karitè è un nutriente eccezionale,
  • gli oli di girasole, di mandorle, di crusca di riso, di avocado sono leggeri ed emollienti,
  • gli oli di jojoba, di germe di grano, di semi di albicocca o di canapa aiutano a mantenere la pelle in equilibrio,
  • gli oli di sesamo o di semi di zucca si prendono cura dei capelli.
Comments