Fatto come una volta

.

 

In grandi vasche piene di acqua bollente viene versato  l'olio di oliva è mescolato con la soda caustica ed il tutto bollito fino a 200 gradi C°.
Per giorni e giorni, una pasta densa, sotto una costante agitazione , bolle e ribolle emettendo sbuffi di vapore fino a quando l'olio di oliva si divide in glicerina e sale di sodio.
Un volta  raggiunta la giusta densità, solo allora il mastro saponaio decide di aprire gli ugelli facendo colare la massa verde e fumante su un tavolato di legno dove viene  lasciata riposare per giorni, senza alcuna fretta, per dare modo di evaporare a tutta l'umidità
La qualità del sapone dipenderà oltre che dalla accuratezza di una lavorazione artigianale anche dalla quantità di olio di oliva usato.
Pagine secondarie (1): La fase successiva
Comments