home‎ > ‎MAXITEATRO‎ > ‎

stagione 2017/2018

VENERDÌ 29 SETTEMBRE

pubblicato 25 set 2017, 05:30 da Mini Musica   [ aggiornato in data 25 set 2017, 05:57 ]

Con la compagnia Sugo d'inchiostro di Lugano

Spettacolo che scava fra i pregiudizi e gli stereotipi della vita quotidiana.

Nelle stazioni e nei treni nessuno é a casa. È tutto un brulicare di viaggiatori, ognuno con il proprio bagaglio di sogni e paure. Una massa informe dove tutti si sfiorano senza riconoscersi.
Ma un giorno una musica misteriosa e una notizia di cronaca spingono tre viaggiatori a togliersi la maschera e a mettere a confronto le proprie storie nello scompartimento di un treno.
Qual’è il filo che lega la studentessa che vorrebbe viaggiare, l’uomo impegnato allergico agli stranieri e il clandestino rumeno col violino? E poi: gli zingari li rubano davvero i bambini?

VENERDÌ 17 NOVMEBRE

pubblicato 25 set 2017, 05:28 da Mini Musica   [ aggiornato in data 25 set 2017, 05:55 ]

PerpetuoMobileTeatro

Tratto dal racconto “Canto di Natale” di Charles Dickens.

Con la compagnia PerpetruoMobileTeatro di Locarno

Scrooge, il vecchio avaro protagonista del racconto di Dickens, ha sacrificato la sua vita e chiuso a chiave la sua anima, per fare carriera e arricchirsi. Ormai non vede altro che le sue monete d’oro. La sua cassaforte è l’unica compagna di sere solitarie, e molto spesso è di cattivo umore. Non sopporta la domenica e tutte le festività, in particolare il Natale: una perdita di tempo che intralcia il commercio ed il guadagno.

Il tempo sta per scadere, gli ricorda il fantasma del suo defunto socio d'affari Marley, venuto a fargli visita proprio quella sera, alla vigilia di Natale. Se non cambierà la sua vita, rimarrà incatenato alla sua stessa avarizia, morendo in solitudine, odiato da tutti. Riuscirà Scrooge a farsi conquistare dagli spiriti del tempo? A ricordarsi di ciò che ha perso prima di accumulare altri rimpianti? A riscoprire il gusto della condivisione e la gioia del dare? La campana sta già suonando la mezzanotte e forse non è ancora troppo tardi...

Come ogni buona fiaba, anche questa ci parla della vita e delle cose importanti che rischiamo di dimenticare.

VENERDÌ 26 GENNAIO

pubblicato 25 set 2017, 05:19 da Mini Musica   [ aggiornato in data 25 set 2017, 05:58 ]

Risultati immagini per buon viaggio compagnie cicogne

Con la Compagnia Cicogne di Brescia

Il piccolo Tarek cammina nel deserto, tiene in mano un grande sacco e guarda a terra. “Quando nella sabbia vedi le conchiglie -­gli hanno detto -­allora vuol dire che sei arrivato al mare”. E lui cerca le conchiglie nella sabbia del deserto perché, arrivato al mare, potrà imbarcarsi, raggiungere la grande città Italiana e giocare a calcio nella squadra del cuore. Non a caso indossa già la maglietta col numero nove e le scarpette sportive rosse, originali, non quelle taroccate che si trovano al mercato del paese. Conosciamo questo bambino attraverso le parole di un pescatore di Porto Palo, uno dei tanti che in mare, sempre più frequentemente,raccoglieesseri umani, spesso doloranti e sfiniti,talvolta senza vita. Lui ci racconta di un viaggio incredibiledal Mali al Mediterraneo a piedi, in treno,o stipato in un groviglio di gambe, sacchi e bidoni d’acqua,su unvecchio camiono su un barcone fatiscente. Ci accostiamo così a un’avventura coinvolgente e straordinariain cui i pericoli possono essere superati solo in virtù di un grande sogno da seguire.


VENERDÌ 23 MARZO

pubblicato 25 set 2017, 05:09 da Mini Musica   [ aggiornato in data 25 set 2017, 05:58 ]

http://www.giullari.ch/wp-content/uploads/2014/04/lincubo-del-balivo-KVT.jpg
liberamente ispirato al “Gulglielmo Tell per la scuola” di Max frisch

Con la compagnia I Giullari di Gulliver di Arzo

Konrad von Tillendorf va a dormire, è la vigilia della sua partenza per Uri. Due drammaturghi del sonno orchestrano attorno al balivo un sogno premonitore, o meglio un incubo in cui il malcapitato incontra gli abitanti della Svizzera Primitiva, tra cui il barone di Attinghausen, Guglielmo Tell, Gualtiero, …



VENERDÌ 25 MAGGIO

pubblicato 25 set 2017, 05:01 da Mini Musica   [ aggiornato in data 19 ott 2017, 03:59 ]


Opera teatrale semiseria sul tema della felicità.

Con la compagnia StagePhotography di Ascona

"Tutti gli esseri umani vogliono essere felici; peraltro, per poter raggiungere una tale condizione, bisognerebbe cominciare col capiere cosa s'intenda per felicità".
Pensiero di Jean-Jaques Rousseau
.... abbiamo sfogliato tutto Rousserau, senza trovare la risposta alla sua domanda. Noi, per conto nostro, non abbiamo una risposta, (continuiamo a cercarla perché ciò ci rende felici), ma abbiamo delle storie,
Il nostro desiderio é quello di suggeirre prospettive di felicità, iniziando col trasmetterla.

1-5 of 5