La mia amica * (ottobre 2012)

Sento stasera una particolare sera.

Così buia, così fredda...

Il vento mi spinge i capelli in avanti: devo andare

Esco solo con il vestito addosso, il più lungo che ho.

Vado verso la spiaggia e poi guardo il mare, sempre più vicino, fino a bagnarmi le scarpe.

Che freddo che vento.

Guardo ora il cielo e scelgo una stella ma non ne trovo una bella.

Eccola, eccola là: la luna, meravigliosa, piena. 

Le sorrido, le parlo, le racconto con il pensiero il ricordo più bello che ho della giornata.

Ho trovato un amica.

Un amica vero? Non so.

So solo che ho sentito empatia reciproca, come un soffio di vento nel cuore. 

Ringrazio la stella di avermi ascoltato e abbracciato e, torno a casa pensando che quello di cui le ho parlato 
E' amica vera per me e se per lei io non lo sono, non importa, anche per un attimo, un minuto, un ora, siamo stati amici.
Perché io di amici veri non ne ho.
Comments