MITI E CREDENZE SULLA LUNA NELLA STORIA

Nella sfera religiosa l'importanza della Luna è legata soprattuto ai mutamenti periodici del suo aspetto e dalle connessioni stabilite tra essa e il mondo animale e vegetale.



Il periodico scomparire e ricomparire dell'astro viene spesso assimilato a una vicenda di morte e rinascita: dal contrasto che si crea osservando che l'uomo una volta morto non rinasce si attribuisce alla Luna l'origine della morte. 


Secondo molti miti, soprattutto africani, le condizioni in cui versava l'umanità vennero radicalmente mutate da un messaggio mandato dalla Luna per mezzo di un animale (lepre, lucertola, etc.) che avrebbe dovuto annunciare agli uomini che essi morirarnno e risorgeranno ciclicamente come la Luna, ma che per errore annunciò loro il contrario: da quel momento gli uomini sono irrevocabilmente soggetti alla morte.


Anche nelle religioni della Polinesia e della Grecia antica la Luna viene associata alla morte; si credeva che essa fosse la sede dei morti.

Molte culture stabiliscono una relazione tra ciclo lunare e mestruale e successivamente una stretta relazione con la sfera sessuale. A volte la Luna è un essere maschile che provoca le mestruazioni (come in Sudamerica, Polinesia ed Indonesia), altre volte è un essere femminile ed altre ancora un essere bisessuale (Nord America, Africa).

Nella cultura europea, ma anche nelle culture primitive, si trova una valenza "vegetale" alla Luna, messa in relazione alla crescita delle piante; molto spesso alcune divinità, nelle culture più progredite, sono simultaneamente in relazione con la Luna da una parte e con la vegetazione e la fecondità dall'altra.

L' eclissi lunare risulta essere fondamentale per la spiegazione di alcuni miti presenti nelle culture primitive: spesso il fenomeno è spiegato con il fatto che un animale o un essere mitico tenta di divorare l'astro (eschimesi, Noed e Centro America, Africa) e in genere si reagisce provocando rumori per allontanare l'essere che minaccia la Luna.

Nell'ambito delle "religioni superiori" si può ricordare la divinità greca Selene, personificazione della Luna poi identificata con Artemide, che pure assunse un carattere lunare.


In Egitto il carattere lunare era attribuito a Osiri e Isi (che poi diventa Selene in età ellenistica).


Molte divinità centrali per le culture mesopotamiche sono in qualche modo legate alla Luna.


Un importante collegamento viene poi istituito tra la Luna ed il calendario, dovuto principalmente alla periodicità. La regolare celebrazione di novilunio e plenilunio rappresentò per molti popoli un riferimento cardine per il computo del tempo. Esistono calendari lunari, basati sulle lunazioni, come quello momettano; altri lunisolari, che cercano di far coincidere i mesi con le lunazioni e le stagioni (solari), come quello ebraico.


Comments