Lo Psicologo per tutti

Nella cultura moderna si sta diffondendo sempre più il ricorso alla consulenza di ordine psicologico; nonostante tutto esistono ancora grossi dubbi circa il ruolo dello Psicologo.

Possiamo definire questa figura professionale come il dottore specialista della parte psichica dell'essere umano, ovvero colui che, nello specifico, si occupa di prevenzione, diagnosi, abilitazione, riabilitazione e sostegno del disagio psichico e della promozione del benessere psicologico.

Il suo lavoro si base su tecniche specifiche di colloquio, ascolto, osservazione, comunicazione, empatia e test di tipo psicometrico validati scientificamente.

 
Il suo intervento non è assolutamente simile, e non può in alcun modo essere sostituito, da quello di un amico, di un familiare, di un sacerdote, di una guida spirituale, di un mago, etc., in quanto solo e soltanto egli possiede specifici strumenti professionali, conoscenze verificate esperienza ed oggettività riguardo alle molteplici e delicate problematiche psicologiche.
 
La pratica del lavoro psicologico è sancita da una specifica legge che ne regolamenta l' operato e che specifica la sua attività ( Legge n° 56 del 1989).
 
Lo psicologo svolge la sua attività professionale in maniera attiva ed in costante collaborazione con il paziente agendo nel pieno rispetto della moralità dell' essere umano attraverso la conoscenza e l' applicazione del proprio Codice Deontologico di riferimento.
 
La consulenza psicologica offre, quindi, uno spazio nel quale condividere emozioni, ansie, paure, preoccupazioni, permette l' esplorazione di stati interni e porta alla conquista di nuovi strumenti per fronteggiare la realtà esterna in maniera più agevole e positiva.
 
Un momento di accoglienza così proposto, è di enorme utilità soprattutto quando ci si trova a fronteggiare situazioni percepite troppo stressanti per chi le vive, facendo in modo che si possa ripristinare una situazione di equilibrio e di benessere.
 
Inoltre, consultare lo Psicologo può essere utile, non soltanto quando siamo di fronte a problemi o situazioni traumatiche e stressanti, ma anche quando abbiamo bisogno di ritagliarci uno spazio privato nel quale poter acquisire maggiore consapevolezza di noi stessi e renderci più efficaci nei vari contesti di vita.
 

Tutto ciò vuole significare che andare dallo Psicologo non significa "essere matti" ma, anzi, vuole dire prendersi cura di noi stessi, anche a livello psichico, giovando così anche sulla nostra salute fisica e sul benessere generale della persona, migliorando la nostra esistenza in tutti i suoi aspetti.

 

ĉ
Maria Rita Scappaticci,
7 set 2011, 10:47
Ċ
Maria Rita Scappaticci,
7 set 2011, 10:45
Comments