Info su watzapp: 3474452235
                                                                                         

OLTRE IL DISAGIO PSICHICO... VERSO LA CURA DELLA PERSONA                  

Sentire di aver perso armonia e benessere e di non riuscire a recuperare serenità ed equilibrio non è piacevole. Può accadere a seguito di eventi particolarmente stressanti o traumatici, come un lutto, una delusione affettiva o la perdita del lavoro o in particolari momenti della vita, (ad es. adolescenza, matrimonio o la nascita di un figlio); ma può anche accadere senza alcuna motivazione apparente, a volte con una lenta e progressiva sensazione di perdita di appagamento e di senso nella vita, a volte all'improvviso come negli attacchi di panico (vedi Disturbo da attacchi di panico) : in essi un vissuto di estremo e inaspettato pericolo si accompagna a sensazioni di  vulnerabilità e impotenza generalmente in persone che in precedenza hanno affrontato con determinazione forza ed efficacia l'esistenza. Spesso occorre molto tempo prima di riuscire ad accettare di avere bisogno di aiuto e di rivolgersi ad uno psicologo; paure e pregiudizi che riguardano il disagio psichico complicano ulteriormente le cose .
Omid Maleknia (www.omid.it)

Il disagio psicologico non è una malattia che ci invade dall'esterno e di fronte alla quale siamo impotenti ...è spesso importante segnale della tensione e della spinta verso il cambiamento in un organismo che ha perduto la capacità di comprendere , riconoscere e soddisfare desideri e bisogni vitali e profondi. Ansia, panico, stanchezza e senso di vuoto, insofferenza, noia, instabilità dell'umore, disturbi ad espressione somatica come cefalee e ipertensioni ci segnalano che dobbiamo attivarci per cambiare qualcosa nel nostro modo di essere e di stare al mondo, ci dicono che dobbiamo rimettere al centro noi stessi...ritrovare i nostri tempi, i nostri moti e desideri, le nostre emozioni...;

Curare il disagio psichico è occuparsi della persona: sostenerla, accompagnarla nel suo tentativo di riprendersi il sentimento del  proprio  vivere e della propria esistenza; porre al centro l'individuo nella globalità del suo essere psicofisico, offrire uno spazio nel quale possa sentirsi accolto, contenuto e al sicuro nell'esplorare emozioni e affetti è l'obiettivo del mio lavoro di psicologa e psicoterapeuta specializzata in tecniche a mediazione corporea. Sintonizzazione, rispecchiamento corporeo, ascolto empatico caratterizzano gli interventi , contribuendo a costruire un clima relazionale positivo nel quale è possibile ridare spessore e presenza a parti preziose e vitali di sè represse e isolate che a volte proprio attraverso malesseri e crisi reclamano a gran voce il diritto di trovare uno spazio nella nostra esistenza.


 

Comments