STATUTO

STATUTO DEL COMITATO DEI GENITORI

DELLA SCUOLA ELEMENTARE

“F. TUMIATI” - FERRARA

Codice fiscale 93076390389

ART. 1 – Costituzione

Si costituisce il Comitato dei Genitori della Scuola Elementare “F. Tumiati” di Ferrara denominato "C. d. G. Tumiati" di seguito “CdG”.

ART. 2 - Sede

Il CdG ha sede legale a Ferrara in via Bosi n. 20.

ART. 3 - Soci

Possono far parte del CdG i genitori o legali rappresentanti dei bambini della scuola elementare Tumiati.

Deve far parte del CdG almeno un genitore, esercente la potestà genitoriale o legale rappresentante, di ogni bambino della scuola elementare Tumiati frequentante il post-scuola o il doposcuola che si svolge nei locali della scuola stessa.

L’adesione al CdG avviene mediante comunicazione scritta redatta secondo lo schema allegato ed ha durata per il solo anno scolastico di presentazione ed ai soli fini dello scopo sociale indicato nella stessa, previa accettazione integrale del presente Statuto e dei Regolamenti.

La recessione nel corso dell'anno scolastico avviene con il ritiro del bambino dalla frequenza dei servizi precedentemente utilizzati.

Gli aderenti al Comitato sono tenuti al versamento regolare delle quote stabilite dalComitato per garantire il regolare funzionamento dei servizi.

ART. 4 - Scopi dell'associazione

La finalità principale del CdG è di organizzare e gestire le attività ricreative ed educative necessarie allo svolgimento del Post scuola e del Dopo scuola, stipulando le necessarie convenzioni ed affiancando gli operatori per le esigenze che concernono il funzionamento delle attività stesse.

Il CdG può promuovere per mezzo dei soci, su volontaria adesione degli stessi, altre attività, a favore della Scuola Primaria Tumiati ovvero dei suoi frequentanti, previo accordo con la Direzione dell'Istituto Comprensivo G. Perlasca, quando l'attività esula da quelle previste dalle convenzioni già in essere.

ART. 5 - Carattere dell'associazione e principi ispiratori

li CdG non ha fini di lucro. Le attività svolte dai suoi membri per il raggiungimento degli obiettivi sono a titolo gratuito.

ART. 6 - Durata

Il CdG ha durata indeterminata.

ART. 7 - Organi dell'associazione

Sono organi del CdG l'Assemblea dei Soci e il Consiglio Direttivo.

ART. 8 - Assemblea dei Soci

L'Assemblea è l'organo deliberativo del CdG ed è costituita da tutti i Soci.

L’Assemblea è convocata almeno una volta all'anno.

E’ riconosciuto il diritto di voto ad un solo genitore o legale rappresentante per ogni bambino; il voto può essere delegato ad altro socio ed ogni socio può rappresentare un massimo di tre soci.

L'assemblea è di regola convocata nei locali concessi per l'attività del Dopo-scuola, presso il plesso della Primaria Tumiati, nei giorni ed orari in cui è attivo il servizio.

La convocazione è sempre unica, ai fini della determinazione della validità per le votazioni.

ART. 9 - Compiti dell'assemblea

L'Assemblea deve:

    • approvare il rendiconto consuntivo e deliberare circa la destinazione delle eventuali eccedenze di gestione;
    • determinare le linee generali programmatiche dell'attività dell'associazione;
    • eleggere tra i Soci i membri del Consiglio Direttivo;
    • decidere azioni di responsabilità nei confronti dei membri del Consiglio Direttivo;
    • discutere ed approvare i Regolamenti interni proposti dal Comitato Direttivo nonchè le variazioni degli stessi;
    • approvare le convenzioni stipulate con istituzioni pubbliche e/o con altri Enti, deliberate dal Consiglio Direttivo;
    • deliberare l'apertura di conti correnti;
    • deliberare su quant'altro a lei demandato per legge o per statuto o sottoposto al suo esame dal Consiglio Direttivo.

ART. 10 - Maggioranze

Le deliberazioni dell'Assemblea sono prese, a maggioranza dei voti dei presenti.

Nelle deliberazioni di approvazione del rendiconto consuntivo e in quelle che riguardano la loro responsabilità i membri del Consiglio Direttivo non hanno diritto di voto.

Per modificare l'atto costitutivo occorrono sempre la presenza di almeno un terzo degli associati e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

ART. 11- Consiglio direttivo

Il Consiglio direttivo viene eletto dall'Assemblea ed è composto da un minimo di tre a un massimo di nove membri.

Il Consiglio direttivo dura in carica due anni; i membri del Consiglio possono essere rieletti.

II Consiglio direttivo è convocato dal Presidente e si riunisce almeno due volte ogni anno scolastico, ed ogni qual volta il Presidente o un terzo dei suoi membri lo richiede.

La convocazione avviene mediante invito personale (scritto od orale) da recapitare almeno tre giorni prima della data fissata per l'incontro, salvo i casi di motivata urgenza, contenente l'ordine del giorno.

Le riunioni del Consiglio direttivo - presiedute dal Presidente o, in sua assenza, dal Vicepresidente - sono valide con la presenza della maggioranza dei suoi componenti e le deliberazioni avvengono a maggioranza dei presenti.

In caso di dimissioni o di decadenza di un consigliere prima della fine del mandato l'Assemblea provvede alla necessaria sostituzione alla prima seduta utile successiva.

Possono essere invitati alle riunioni del Consiglio Direttivo esperti o consulenti che possono fornire pareri ma non hanno diritto di voto.

ART. 12 - Compiti del Consiglio direttivo

Il Consiglio direttivo ha i seguenti compiti:

    • nominare tra i suoi membri, nella sua prima seduta, il Presidente ed il Vicepresidente;
    • proporre all'assemblea i Regolamenti interni per il funzionamento dell'associazione;
    • sottoporre all'assemblea il programma di lavoro, in base alle linee di indirizzo espresse dalla stessa assemblea, promuovendo e coordinando le attività previste ed autorizzando le spese necessarie;
    • redigere il rendiconto consuntivo da sottoporre all'assemblea;
    • convocare le assemblee;
    • eseguire le delibere assembleari;
    • ratificare o modificare, nella prima seduta utile successiva, i provvedimenti adottati dal Presidente per motivi di necessità e di urgenza.

ART. 13 - Il presidente

Il Presidente deve essere scelto tra i consiglieri ed è eletto dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei componenti, fra i genitori o legali rappresentanti degli alunni iscritti al Post scuola e Dopo scuola.

Il Presidente convoca e presiede le riunioni dell'Assemblea e del Consiglio.

Il Presidente rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti di terzi ed in giudizio.

In caso di necessità e di urgenza assume i provvedimenti di competenza del Consiglio Direttivo sottoponendoli a ratifica nella prima riunione utile successiva.

Egli svolge, inoltre, le ordinarie attività amministrative anche avvalendosi della collaborazione di altri membri del Consiglio Direttivo; è autorizzato ad emettere e girare gli assegni di conto corrente.

In caso di assenza, di impedimento o di cessazione per qualsiasi causa del Presidente le relative funzioni sono svolte dal Vicepresidente.

ART. 14 - Entrate e patrimonio sociale

Le entrate sono costituite dai versamenti dei soci e da eventuali contributi di altri Enti, Associazioni o Privati.

Le entrate possono essere utilizzate esclusivamente per le attività per cui sono state versate a copertura delle relative spese di gestione ovvero per l’acquisto di materiale inerente alle medesime attività.

ART. 15 - disposizioni finali

Per quanto non specificamente disposto, si fa riferimento al codice civile ed alle leggi speciali in materia.