Ma insomma, c’è qualcosa di buono in questa riforma?

pubblicato 7 ago 2016, 06:08 da Cittadinanza Attiva Imola   [ aggiornato in data 1 gen 2017, 09:24 ]

Eliminare l'esistenza delle province dal testo della Costituzione è un momento importante di semplificazione istituzionale; è tuttavia un elemento marginale nell’impianto della riforma Boschi, solo il completamento formale di una decisione già da tempo trasformata in legge e avviata.

Anche la soppressione del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL) è positiva, dal momento che il CNEL non esercita alcuna essenziale funzione politica o istituzionale.

In entrambi i casi la soppressione non può certo bilanciare la valutazione negativa di tutto il resto, in una modifica della Costituzione per altro verso ampia e stravolgente. Bastava una leggina costituzionale mirata, che non avrebbe dato luogo a polemiche.