04 - A Bologna una fiaccolata in difesa degli ospedali pubblici

pubblicato 24 apr 2017, 03:04 da Cittadinanza Attiva Imola   [ aggiornato in data 24 apr 2017, 09:12 ]

Cittadinanza Attiva Imola ha partecipato alla fiaccolata tenutasi ieri sera a Bologna per contrastare la perdita di ulteriori 225 posti letto negli ospedali dell'Area metropolitana, 30 dei quali a Imola; erano presenti rappresentanze di varie comunità della provincia (abbiamo notato Porretta Terme, Castel San Pietro Terme, Grizzana Morandi, Marzabotto, Castel Guelfo, Casalfiumanese oltre a sigle sindacali di medici e personale sanitario ).

Le candele e le torce che si sono snodate dalle Due Torri a piazza Maggiore hanno voluto dire no alla smantellamento degli Ospedali pubblici per consegnarli, in nome del profitto, alle corporazioni e ai gruppi assicurativi privati.

La strategia è nota e consolidata: indebolire pian piano la sanità pubblica mistificando lo smantellamento con le parole “razionalizzazione” e “appropriatezza”; aumentare i ticket, togliere i letti, allungare le liste d’attesa, rendere impervi i percorsi assistenziali affinché le persone si lamentino e sia più facile far percepire il privato di turno come il “salvatore”, dato che resta per il momento confermata l’erogabilità della prestazione a carico del SSN. Progressivamente quest’ultimo contributo verrà ridotto e, possiamo starne certi, ci troveremo infine di fronte a una sanità di serie A per chi potrà permettersela e ad una di serie B per la maggioranza di noi. Stiamo all’erta e mobilitiamoci contro ogni decisione destinata a pesare sulle nostre spalle!

(Pubblicato su Leggi la Notizia, Tutto Imola, Rete Imola - 20/4/2017)