Biblioteca delle Donne e Centro di documentazione "Anna Nicolosi Grasso"

La Biblioteca delle Donne nasce nel 1987 come luogo di valorizzazione e conservazione dei percorsi culturali e politici delle donne.

Unica biblioteca delle donne in Sicilia, possiede un patrimonio bibliografico che ha raggiunto una consistenza di circa 6.000 volumi regolarmente inventariati e catalogati, il cui nucleo originario è stato, in massima parte, frutto di donazioni individuali.


Ambiti tematici:

La biblioteca raccoglie opere delle autrici più rappresentative nel campo della letteratura, della politica, della pedagogia, della storia, della psicologia, della filosofia. Nell'accrescimento del patrimonio librario, sono state privilegiate alcune aree tematiche: il pensiero e le pratiche della differenza sessuale, la pedagogia della differenza, la storia delle donne e la storia di genere, la storia dei movimenti politici delle donne, le “parole delle donne, le lotte e i movimenti femministi, il lavoro e l'occupazione femminile, i diritti, la sessualità, il corpo e la cura.

Sono raccolte intere annate delle storiche riviste “Noi Donne”,“Leggere Donna”, “Via Dogana”, “DWF”, “Mezzocielo”, “Il Paese delle Donne”,“Reti”, “Memoria”, “Legendaria”, "Genesis".

 

Servizi:

Informazioni bibliografiche (per alcuni itinerari tematici vedi i percorsi bibliografici indicati in questo sito alla pagina Dowloads). Lettura in sede. Prestito. Fotoriproduzione. Collegamento Internet.

 
Presso la Biblioteca delle Donne ha sede l’Archivio e Centro di Documentazione “Anna Nicolosi Grasso”. Raccoglie i materiali relativi all’attività svolta fin dal 1946 dall’associazione, allora denominata Unione Donne Palermitane, aderente all’UDI.
Nel 2009 l’archivio è stato riconosciuto patrimonio storico e, in seguito a tale riconoscimento, è stata effettuata, da parte di personale dell’Archivio storico, la regolare sistemazione e classificazione dei documenti.

 

La Biblioteca è aperta il Giovedì mattina dalle 10.00 alle 12.30 e per appuntamento