08 - LA PURIFICAZIONE

8-La purificazione

 

Da questa sorgente usciranno

Innumerevoli adattamenti,

Il cui mezzo si trova qui indicato.

 

Qui è rappresentata la rugiada che scende, l’acqua sapientiae, l’acqua della saggezza preannuncia la nascita divina. Come l’alba dopo le tenebre, l’illuminazione lava la nigredo con uno sbiancamento, l’albedo.  

Quello che l’ottava legge vuole significare è che dalla sorgente arriva un’energia creatrice, essa è un’astrazione dell’assoluto, oppure come è rappresentato dall’otto messo in orizzontale è l’infinito da cui scaturisce l’Önd. Quello che poi viene specificato dicendo innumerevoli adattamenti è che una cosa prende la forma a seconda delle condizioni ambientali in cui si trova, oppure potrebbe assumere uno stato relativo a particolari circostanze; ciò significa che l’idea si adatta alla forma in infinite combinazioni, non rigidamente, ma secondo variabili circostanze. La legge può pertanto essere definita anche come la legge dell’armonia, o delle corrispondenze, perché ogni forma è analoga all’altra in quanto è un adattamento di una stessa matrice, e perché essendo analoghe e regolate tutte dalle stesse leggi, le forme sono legate tra loro da un reciproco rapporto. Il fatto che tutte le cose create siano analoghe, indica anche che tutto è vivente, niente escluso, compresi il mondo vegetale e minerale, che ogni “ realtà” ( macrocosmica e microcosmica ) può essere oggettivata nella sua individualità vivente ( entità magica ). Ecco il motivo per cui si usa compiere riti con pietre, metalli, piante ed erbe, poiché tutto può influenzare ed essere influenzato. La legge delle corrispondenze afferma che tutto l’universo vive obbedendo a leggi precise che regolano la vita individuale di ogni cosa creata con un meccanismo unico, come una grande macchina in cui ogni frammento è collegato all’altro. Fra i vari stati esiste una reciproca influenza più o meno accentuata, sempre nell’equilibrio universale. Le varie realtà sono in equilibrio fra loro anche se diverse nel proprio stato di essere; quindi non solo le forme umane sono collegate fra di loro, ma sono collegate anche con le forme di altri piani esistenziali,  come le cellule di uno stesso corpo vivono autonomamente, ma ognuna ha bisogno dell’altra, per formare il grande disegno del creato, e tutte sono animate da un soffio vitale unico, e vibrano all’unisono su questo respiro universale.

 

NON BISOGNA ESSERE PRIGIONIERI DI UNA SOLA FUNZIONE, SOPRATTUTTO DEL PENSIERO.  

Comments