Esame PRINCE2 Practitioner


Obiettivo

L’obiettivo dell’esame PRINCE2 Practitioner è quello di permettere al candidato di dimostrare la propria comprensione del metodo PRINCE2 e la propria capacità di applicarlo in modo corretti in una serie di circostanze descritte nello scenario. L’esame Practitioner utilizza domande di tipo “objective test” (test obiettivo) che richiedono al candidato di rispondere ad una domanda scegliendo tra le opzioni fornite. In alcuni casi ben definiti, si richiede di effettuare due selezioni.

La certificazione Registered Practitioner PRINCE2 ha una validità di 5 anni. I Practitioner dovrebbero riscriversi entro 3-5 anni dalla loro certificazione originale in modo da dimostrare il loro impegno verso lo sviluppo professionale. Si rimanda alla sezione 8 per ulteriori dettagli sull’esame “Practitioner - Rinnovo”.

Struttura dell' Esame PRINCE2 Practitioner

L’esame è costituito da tre fascicoli
Il Fascicolo Scenario contiene uno scenario che fornisce una descrizione dell’organizzazione, la giustificazione logica commerciale alla base del progetto e gli obiettivi del progetto stesso. Il Fascicolo Scenario può anche fornire informazioni aggiuntive per una o più delle otto domande. Se è richiesto l’uso delle informazioni addizionali, sarà fornita un’indicazione specifica in grassetto all’interno della domanda stessa. Le informazioni addizionali devono essere utilizzate esclusivamente in relazione alla domanda alla quale sono associate.
 
In assenza di una specifica indicazione sull’uso delle informazioni addizionali o dello Scenario di Progetto all’interno di una domanda, il candidato deve rispondere a tale domanda attenendosi esclusivamente alle informazioni ivi contenute. In tal caso, lo Scenario di Progetto fornisce lo sfondo e il contesto del progetto complessivo, ma non i fatti necessari per rispondere alla domanda.

Il Fascicolo Domande contiene otto domande, ciascuna relativa ad una diversa area del programma di studio, esplicitamente indicata all’inizio di ciascuna domanda. Ciascuna delle otto domande contiene 10 voci, del valore di 1 punto ciascuna, per un punteggio totale di 80 punti. Il punteggio che consente il superamento dell’esame è 44 (55%). Ciascuna delle otto domande sarà suddivisa in diverse parti. Ciascuna parte riporterà la quota dei 10 punti ad essa assegnati. Il candidato dovrà rispondere a tutte le domande in tutte le loro parti.

Il Fascicolo Risposte contiene i fogli sui quali il candidato deve riportare le risposte. Se non diversamente specificato nella domanda stessa, il candidato dovrà selezionare la sola risposta esatta per ciascuna domanda. Nel caso il candidato fornisse più risposte, quando ciò non è richiesto dalla domanda, la selezione si considererà nulla.

Tipi di domande

Nel documento sono utilizzati cinque tipi diversi di domanda:

Domande classiche a scelta multipla:
“scegliere una delle risposte possibili da un elenco”. La risposta corretta viene scelta in un elenco di 3-4 opzioni

Risposta multipla:
“scegliere due opzioni corrette da un elenco di 5 opzioni”. Questa domanda segue esattamente lo stesso formato del “tipo Classico”, ma richiede più di una risposta. È il solo tipo di domanda che richiede più di una risposta per ottenere un punto. Entrambe le risposte devono essere corrette per ottenere un punto. Se vengono fornite più o meno di 2 risposte, la risposta sarà considerata nulla.

Associazione:
significa “porre in relazione gli elementi contenuti in un elenco agli elementi contenuti nel secondo elenco”. Esiste solo una risposta esatta per ciascuna domanda, ma le opzioni del secondo elenco possono essere utilizzate una volta sola, più volte oppure in nessun caso.

Sequenza:
“eventi da posizionare in sequenza”. L’esempio sottostante dimostra una domanda di tipo a “Sequenza” basata sulla domanda di tipo ad “Associazione"

Affermazione/Motivazione:
“valutazione di due affermazioni (un’affermazione e una motivazione), per determinare se una, entrambe o nessuna è vera e, se entrambe vere, se la motivazione è in effetti una corretta spiegazione dell’affermazione. Se una delle affermazioni è falsa, la risposta può essere scelta tra le opzioni C, D o E. Se entrambe sono vere, è necessario fare un ulteriore passo. Se la motivazione è in effetti una corretta spiegazione dell’affermazione, la risposta è A. In caso contrario, la risposta è B.

Tempistiche

L’esame PRINCE2 Practitioner ha una durata di 150 minuti. I candidati devono gestire il tempo a loro disposizione in modo da completare tutte le domande. Come regola generale, il candidato può dedicare i primi 5 minuti alla lettura delle informazioni relative allo scenario e per prendere dimestichezza con la configurazione generale del documento. Destinando in seguito 15 minuti per ciascuna delle otto domande, rimangono 25 minuti di tolleranza per la lettura di informazioni aggiuntive richiesta per alcune domande. Naturalmente, questa organizzazione della tempistica ha esclusivamente natura di suggerimento. Si prevede che la risposta ad alcune domande potrebbe richiedere più tempo di altre per via del tipo di domanda e dell’uso di informazioni aggiuntive.

Nel corso dell’esame è ammesso consultare il proprio manuale PRINCE2 con le annotazioni. Non è permessa la consultazione di nessun altro tipo di materiale, compresi foglietti post-it con annotazioni (ad eccezione delle tabelle contenute nelle varie sezioni del manuale) o fascicoletti composti da fogli pinzati tra loro. I candidati dovranno essere consapevoli dei limiti di tempo concessi. Sebbene il manuale rimanga a disposizione come strumento di supporto, come sarebbe nella vita reale, la tempistica dell’esame non prevede che si risponda alle domande utilizzando il manuale e le domande non sono state concepite in questo senso. L’uso del manuale è opzionale. È raccomandabile che il candidato faccia uso del manuale una o due volte nel corso dell’esame in relazione ad un punto specifico, mentre un utilizzo più esteso potrebbe essere controproducente e sconsigliabile